menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto Empedocle, trova la "sua" slot machine occupata e la distrugge a pugni

Aveva deciso di tentare la fortuna sulla macchinetta dove la stessa mattina aveva perso un bel po' di soldi, ma l'ha trovata occupata da un altro giocatore. E' andato su tutte le furie, danneggiando le slot machine a calci e pugni

Dopo aver perso un bel gruzzolo di soldi nel giro di poche ore, aveva deciso di ritornare poco dopo per tentare di recuperare giocando sulla stessa slot machine. Ma quando ha visto che la "sua" postazione era stata occupata da un altro giocatore, è andato su tutte le furie, sferrando calci e pugni contro le macchinette. Quella che sembra essere una vera e propria storia di ludopatia arriva da Porto Empedocle, dove la polizia sta cercando di rintracciare l'uomo che oggi pomeriggio è fuggito dopo aver danneggiato alcune slot machine in un tabacchi di via Francesco Crispi

Gli agenti del Commissariato empedoclino, diretti dal vicequestore aggiunto Cesare Castelli, sono intervenuti dopo le chiamate al 113 da parte di alcune persone che hanno assistito alla scena. L'uomo sarebbe andato in escandescenza dopo essersi accorto che la macchinetta sulla quale aveva giocato la mattina - perdendo diversi soldi - era stata occupata da un'altra persona. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, l'uomo avrebbe anche accusato i titolari del tabacchi, rei - a suo dire - di non avergli riservato quella slot machine, permettendo così al nuovo giocatore di "vincere sfruttando le sue sfortune".

Con gli occhi accecati dalla rabbia, ha così deciso di vendicarsi contro le macchinette da gioco, prendendole a calci e a pugni. La polizia, che ha anche acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza, ha avviato le ricerche dell'uomo, che potrebbe beccarsi una denuncia per danneggiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento