Cronaca

Covid-19, ad Aragona via allo "smart working" per i dipendenti comunali

Lo ha disposto il sindaco Giuseppe Pendolino con un proprio atto: servirà a ridurre la presenza di persone in strada

(foto ARCHIVIO)

Riduzione del rischio contagio Covid-19, scattano misure straordinario per il contenimento della patologia anche limitando il lavoro all'interno degli uffici comunali.

Ad Aragona l'Amministrazione comunale ha adottato un provvedimento sindacale firmato dal sindaco Giuseppe Pendolino con cui si è operata la ricognizione delle attività indifferibili al fine di avviare in via ordinaria delle prestazioni lavorative del personale dipendente in forma agile.

"Tenuto conto anche della direttiva n. 2/2020 del Ministro della pubblica Amministrazione e della necessità di ridurre la presenza dei dipendenti pubblici negli uffici e di evitare il loro spostamento - dice una nota dell'Ente -, sono state adottate misure dirette a limitare la presenza del personale negli uffici ai soli casi in cui la presenza fisica sia indispensabile per lo svolgimento delle predette attività, garantendo in ogni caso un contingente minimo di personale posto a presidio degli uffici, e incentivando, per altro verso, il ricorso alle fruizione delle ferie arretrate, disposte anche d’ufficio, e dei congedi per le attività che, per la loro natura, non possono essere oggetto di lavoro agile. Sono state peraltro disposte restrizioni all’accesso del pubblico e adottate le misure igienico-sanitarie e di sanificazione prescritte dai vari Dpcm, così da non pregiudicare lo svolgimento dell’attività amministrativa comunale ed assicurare un equo contemperamento con l’interesse alla salute pubblica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, ad Aragona via allo "smart working" per i dipendenti comunali

AgrigentoNotizie è in caricamento