Cronaca

Licata, deve scontare un anno: arrestato il presunto "custode" della mafia

Angelo Sortino, 50enne licatese, dopo essere stato rintracciato ed arrestato dai carabinieri della Stazione di Licata, si trova adesso nel carcere di contrada "Petrusa"

L'arrestato Angelo Sortino

E' stato riconosciuto definitivamente colpevole del reato di furto, commesso a Licata il 20 luglio del 2009. I carabinieri lo hanno quindi arrestato perché dovrà scontare la pena della reclusione di un anno. Angelo Sortino, 50enne licatese, già noto alle forze dell'ordine, dopo essere stato rintracciato ed arrestato nel pomeriggio di  ieri dai carabinieri della Stazione di Licata, si trova adesso nel carcere di contrada "Petrusa", ad Agrigento. Sortino era già stato arrestato nel luglio del 2012 perché trovato in possesso di una mitragliatrice israeliana Uzi, una pistola calibro 9 parabellum, tutte con matricola abrasa, ed una pistola calibro 22, oltre che diversi caricatori e munizioni. Gli investigatori in quel caso non hanno escluso l'ipotesi che Sortino potesse fare da "custode" alle armi usate da Cosa nostra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, deve scontare un anno: arrestato il presunto "custode" della mafia

AgrigentoNotizie è in caricamento