menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lee Seok-je e Lillo Firetto durante l'incontro

Lee Seok-je e Lillo Firetto durante l'incontro

Patrimonio immateriale Unesco, Agrigento epicentro della cultura universale

Si è conclusa ieri sera nel cuore della Valle dei Templi l'assemblea mondiale de Intangible Cultural Cooperation Network, per due giorni si sono confrontate delegazioni provenienti da tutto il mondo

Con uno scambio di doni e la promessa di importanti collaborazioni con il territorio, si è conclusa ieri sera nel cuore della Valle dei Templi l’assemblea mondiale de Intangible Cultural Cooperation Network, la Conferenza Internazionale delle città custodi del patrimonio immateriale dell’Unesco.

Per due giorni le delegazioni provenienti da tutto il pianeta hanno animato il dibattito sulla conservazione e sulla valorizzazione del patrimonio immateriale dell’umanità, trasformando Agrigento e la sua Valle nell'ideale epicentro della culturale universale. 

Oltre al segretario generale, il coreano Lee Seok-je, fra gli altri erano presenti in città anche Julio Blasco Nàcher direttore del “Museu Valencià de la Festa” di Algemesì, Jean Roche fondatore e direttore artistico del festival di “Les cultures du monde” di Gannat (in passato uno dei giurati del Festival di Agrigento), Wen Jin chairman della cinese “Promotion Association of Fuzhou” e Monjed Alhawwash sindaco di Beit Sahour città palestinese ad est di Bethlemme.

“Nel dibattito di altissimo profilo – spiega Fabrizio La Gaipa, presidente del Consorzio Turistico Valle dei Templi – ha trovato spazio anche la discussione sul ruolo della cultura nello sviluppo del Turismo e quindi, in senso più ampio, dello sviluppo sociale ed economico dei territori, segno importante di come lo sviluppo sostenibile sia ormai un tema fondamentale”.

L’appuntamento che, come auspicato da più parti, potrebbe segnare l’inizio di un rapporto durevole con la città di Agrigento, ha già fatto registrare risultati concreti nella promessa di collaborazioni anche a brevissima scadenza come, peraltro, auspicato anche dal sindaco Lillo Firetto e dai responsabili del Parco.

L’iniziativa infatti è stata direttamente promossa dal Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, rappresentato dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento e dal Comune di Agrigento e con l’assistenza del Coppem, del Cunes e dell’Iccn.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento