menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un medico in servizio (foto archivio)

Un medico in servizio (foto archivio)

"Nacque in ritardo", condannata l'Asp: deve risarcire 2 milioni di euro

La neonata, adesso quindicenne, ha riportato gravi ed irreversibili danni che la rendono disabile. A livello penale non sono state individuate responsabilità in medici ed infermieri

Il giudice della sezione civile, Andrea Illuminati, ha condannato l'Asp di Agrigento a risarcire 2 milioni e 30 mila euro ad una famiglia di Favara. A causa del ritardo nel parto, la neonata - adesso quindicenne - ha riportando danni gravissimi, irreversibili, che l'hanno resa disabile. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Il parto avvenne nel 2001 all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. Soltanto nel 2013, la famiglia rivolgendosi all'avvocato Maria Luisa Spoto decise di chiedere il risarcimento del danno subito.

A livello penale non sono state individuate responsabilità in medici ed infermieri. Non è escluso che sia tutto finito. E' anzi probabile che l'azienda sanitaria provinciale ricorrerà in appello.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento