menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processo "Ouster", respinta parte civile per Michele Giorgio

L'uomo è imputato del reato di favoreggiamento semplice (non aggravato) in cui la persona offesa è solo lo Stato, poichè il bene tutelato è il "buon andamento della giustizia"

Il Tribunale penale di Agrigento, in accoglimento dell'eccezione sollevata dall'avvocato Rosario Didato, non ha ammesso la costituzione delle parti civili nei confronti dell'imputato Giorgio Michele, coinvolto nel processo "Ouster", per difetto di legittimazione attiva. La precisazione arriva in seguito ad una notizia da noi riportata nella giornata di ieri. Giorgio Michele, infatti, è imputato del reato di favoreggiamento semplice (non aggravato) in cui la persona offesa è solo lo Stato, poichè il bene tutelato è il "buon andamento della giustizia". Ed infatti il Tribunale, condividendo l'eccezione sollevata dallo scrivente, ha dichiarato inammissibili le richieste di costituzione di parti civili avanzate nei confronti di Giorgio Michele, ammettendole - invece - nei confronti degli altri imputati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento