"Una nuova strategia di integrazione", l'iniziativa del Parco Valle dei Templi

I partecipanti condivideranno, in real time, punti di vista, reazioni e stati d’animo dando vita ad un social live

foto archivio

“L’accoglienza  della cultura, la cultura dell’accoglienza”. Dal 14 fino al 18 marzo il progetto del Parco Valle dei templi di Agrigento. Una nuova strategia di integrazione basata sulla condivisione del patrimonio culturale.

"Il patrimonio culturale - fanno sapere gli organizzatore dell'iniziativa -  nelle sue accezioni più recenti, si caratterizza sempre più quale mezzo di espressione delle identità locali e la valorizzazione integrata territoriale rappresenta una strategia efficace di sviluppo economico delle comunità. Sulla scorta di tali indirizzi la RTI concessionaria dei servizi al pubblico del Polo culturale di Agrigento propone per i luoghi della cultura in concessione di avviare un ragionamento di sistema al fine di favorire la partecipazione attiva della società civile. All’interno del piano di promozione e comunicazione 2017 era stato individuato un progetto per rafforzare il tema della partecipazione della cittadinanza alla valorizzazione del proprio patrimonio culturale. In particolare si era deciso di lavorare su categorie di utenti che rappresentano dei potenziali fruitori ma che spesso risultano esclusi per varie motivazioni dalle politiche di promozione culturale come i ospiti stranieri immigrati. La ricerca di collaborazioni con soggetti che lavorano su questi temi sul territorio ed hanno sviluppato delle buone pratiche in tal senso ha richiesto molto tempo e il programma previsto per il 2017 sarà realizzato nel 2018 attraverso nuove collaborazioni e si cercherà di costruire nuove relazioni e lavorare per rendere i siti culturali luoghi attrattivi per gli ospiti immigrati. L’evento di seguito proposto rappresenta un primo approccio al tema dell’audience development".

Domenica 18 maggio conferenza/mostra di Luca Attanasio su Il Bagaglio, storie di immigrazione di minori non accompagnati, un best seller che ormai sta girando l’Italia.

La giornata sarà preceduta da tre incontri culturali, tre giornate di visita per i giovani migranti minori non accompagnati ospiti delle comunità agrigentine alla Mostra Entire Life in a Package di Orna Ben Ami allestita a Villa Aurea nella Valle dei Templi e al museo rcheologico Pietro Griffo. I ragazzi parteciperanno alle visite insieme ai loro coetanei delle scuole agrigentine.

Il programma di visite al museo Archeologico e alla mostra prevede che protagonisti morali e di valore siano l’accoglienza, l’integrazione culturale e la cultura dell’accoglienza che da sempre hanno connotato Agrigento.

I partecipanti condivideranno, in real time, punti di vista, reazioni e stati d’animo dando vita ad un social live che sarà una cassa di risonanza per il messaggio guida dell’intera operazione culturale. Ad ogni studente verrà consegnata una busta chiusa della quale non sarà svelato il contenuto e che dovrà essere conservata fino alla fine dell’incontro. Solo allora potrà essere aperta. Inoltre, i ragazzi saranno invitati a scattare foto e a girare brevi video dei momenti che particolarmente li colpiranno, naturalmente con discrezione e nel rispetto del percorso individuato dall’operatore didattico. La busta conterrà tre cartoncini, uno per ogni hashtag individuato, con relativi spunti di riflessione a cui i ragazzi potranno ispirarsi per i propri post. Gli studenti, prima di essere congedati, potranno aprire la busta e a leggerne il contenuto. Ogni studente sarà invitato a scegliere uno degli hashtag proposti e a utilizzarlo per pubblicare, attraverso Facebook, Twitter o Instagram, una propria riflessione su un momento o un aspetto che particolarmente lo ha colpito durante l’incontro, associando foto e/o video. Gli hashtag e i post potranno costituire lo spunto per continuare la riflessione in classe con gli insegnanti.

"Con questo programma - spiegano gli organizzatori in una nota -  intendiamo ovviamente introdurre il finissage della mostra e soprattutto sviluppiamo un programma in piena linea con la Convenzione di Faro che promuove una concezione più ampia del patrimonio culturale e del suo rapporto con le comunità che lo hanno prodotto ed ospitato".

La conoscenza e l’uso dell’eredità culturale rientrano a pieno titolo tra i diritti umani. Il diritto individuale di partecipare alla cultura e il diritto collettivo di riconoscersi in quella cultura vanno a costruire l’identità culturale del cittadino europeo in grado di mettersi in dialogo con altre culture e altri patrimoni (i ragazzi locali, gli stranieri). L’Europa dell’accoglienza e delle diversità esorta non solo alla tolleranza reciproca, ma piuttosto alla conoscenza, alla comprensione, allo scambio costruttivo tra culture, alla valorizzazione delle diversità e alla sperimentazione di nuove forme di dialogo interculturale.

PROGRAMMA 15 – 16 e 17 marzo 2018

Alle 10.00 – 13.00 (Tre gruppi diversi di studenti e migranti nelle giornate).  Visita incontro al Museo Archeologico Pietro Griffo. Il museo come spazio di incontro. Gli studenti delle scuole superiori attenderanno i loro coetanei stranieri all’ingresso del museo. I ragazzi stranieri sfileranno davanti ai loro coetanei italiani; stretta di mano, sorriso e gesto di benvenuto. I giovani italiani metteranno all’occhiello dei loro “ospiti” una spilla con il simbolo della città. Benvenuto del Direttore del Museo. Benvenuto di un rappresentante della città, Benvenuto dell’operatore didattico che con il sostegno del mediatore culturale effettuerà la visita.

Il museo testimone di cultura

Visita al Museo: gli oggetti di una storia comune. I ragazzi saranno invitati anche a riflettere su quanti oggetti siano ancora d’uso quotidiano nel nostro come in altri paesi. Trasferimento a Villa Aurea. Il museo testimone del passato, stimolo al futuro. Il bagaglio, il viaggio, le migrazioni, i diritti umani.

Sfondo Tempio della Concordia. Uniti sotto un’unica bandiera:  quella della cultura che include e della gioiosa fratellanza. Il saluto. Stretta di mano, scambio di eventuali doni, nuove amicizie, una cultura comune, che include, che unisce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento