"Giù le mani dai Templi", il Parco diffida i candidati ad usare immagini della Valle

Molti aspiranti sindaco hanno usato immagini del tempio della Concordia e del patrimonio archeologico per i propri spot: adesso dovranno cancellare tutto

Il tempio della Concordia

La "bomba" covava ormai da alcuni giorni: da quando, cioè, erano apparsi i primi manifesti dei candidati a sindaco e a consigliere comunale in città. Molti, infatti, recavano immagini suggestive della Valle dei Templi. Idem per gli spot che sembrano realizzati senza poter prescindere da una panoramica della Valle, magari fatta con il drone - nonostante si tratti di una no fly zone -. 

Una situazione che ha spinto il Parco e il suo direttore, Roberto Sciarratta, a prendere posizione formalmente e a minacciare ricorso alle vie legali. 

"Secondo legge - dice - l’uso del bene culturale deve essere compatibile con la destinazione culturale del bene. L’uso di immagini da parte di partiti e/o dei singoli candidati non rientrano nella fattispecie. Per questo si diffida chiunque ad utilizzare l’uso delle immagini dei monumenti presenti nell’area archeologica e paesaggistica della Valle dei Templi nonché dei siti dipendenti (Museo archeologico, Museo casa natale Luigi Prandello ecc.) per la promozione della propria candidatura alle prossime elezioni amministrative - comunali. Il Parco - conclude la nota - nei confronti dei trasgressori attiverà ogni opportuna iniziativa atta a garantire la piena tutela giuridica dell’Amministrazione che rappresenta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma non solo: la Valle dei Templi è ormai un vero e proprio "brand" registrato, e già in passato il Parco ha condotto delle battaglie legali nei confronti di marchi che usavano il tempio della Concordia o di Giunone per promuovere cibo piuttosto che bevande di vario tipo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

  • Vigile del fuoco e operaio dell'aeroporto positivi al Coronavirus: nuovo caso anche a Cattolica

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: 8 sono nell'Agrigentino, nessun nuovo guarito

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento