menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto RomaToday)

(foto RomaToday)

"Panchine rosse" per dire no alla violenza sulle donne, un monumento civile nel capoluogo

Al momento non è stato reso noto nè il luogo che accoglierà questo monumento civile che rappresenterà un monito per la difesa dei diritti delle donne, nè la data di "scopertura"

Anche Agrigento avrà una "panchina rossa" per dire no, in maniera chiara e tangibile, alla violenza sulle donne. Si tratta di un percorso di sensibilizzazione e di informazione lanciato dagli "Stati generali delle donne" e rivolto ai Comuni, alle associazioni, alle scuole e alle imprese di tutta Italia, che anche il capoluogo intende fare proprio.

Tra i promotori dell'iniziativa, l'assessore Gerlando Riolo che non è nuovo a iniziative contro la violenza di genere e in favore di rispetto e pari opportunità. L'iniziativa avrà lo scopo di dare uno scossone all'indifferenza, e magari indurre alla riflessione chi dovesse passarvi accanto.

Al momento non è stato reso noto nè il luogo che accoglierà questo monumento civile che rappresenterà un monito per la difesa dei diritti delle donne, nè la data di "scopertura": in un primo momento pare si pensasse a Porta di ponte, e a sabato prossimo, in concomitanza con il prossimo incontro fissato per trattare l'argomento. Ma tutto sarebbe ancora in discussione.

La panchina rossa recherà un "inserto" artistico, probabilmente come quelle di altre città italiane che riportano anche massime e aforismi (il più usato quello di Isaac Asimov: "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci").

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento