Picchia per anni e perseguita la fidanzata minorenne, chiesta condanna per 24enne

Il pm: “Le denunce della vittima sono del tutto attendibili e riscontrate dall’indagine”

Tre anni e sei mesi di reclusione per le accuse di maltrattamenti in famiglia e stalking. Sono stati chiesti ieri mattina, al termine della requisitoria, dal pubblico ministero Emiliana Busto nei confronti di un ventiquattrenne di Palma di Montechiaro, accusato di avere picchiato e perseguitato per anni l’ex convivente che, all’epoca dei fatti, era minorenne.

Il giovane, difeso dagli avvocati Domenico Romano e Orlando Dicembre, avrebbe maltrattato la ragazzina fra il 2015 e l’ottobre del 2017. In numerose circostanze, sostiene il pm che ha chiesto la condanna ritenenendo che “le denunce della vittima sono del tutto attendibili e riscontrate dall’indagine”, il ventenne avrebbe picchiato con calci e pugni la fidanzata con cui conviveva e le avrebbe tirato i capelli.

In un'altra circostanza, il 18 settembre dello stesso anno, invece, l’avrebbe pedinata con l’auto mentre andava a scuola, si sarebbe avvicinato e l’avrebbe minacciata dicendole: “Ti strappo le labbra, ti spezzo le gambe”. Il gup Stefano Zammuto ha rinviato l'udienza al 17 settembre per l'arringa della difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento