Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Palma di Montechiaro

Tariffe dei laboratori di analisi, la Regione rinuncia alle somme richieste

Il governatore Nello Musumeci, dopo il parere del Cga, ha accolto il ricorso straordinario di alcune strutture agrigentine che contestavano la domanda dell'Asp

La procedura di recupero delle differenze tariffarie avviata dall’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento era illegittima. Accolto il ricorso straordinario di tre laboratori della provincia.

L’Asp di Agrigento aveva avviato, nei confronti dei laboratori di analisi, una procedura per il recupero di ingenti somme, sulla base dell’assunto che i laboratori avessero applicato tariffe maggiori rispetto a quelle previste a livello nazionale.

Tre strutture - con sedi ad Aragona, Realmonte e Palma di Montechiaro -, ritenendo illegittima la procedura di recupero, hanno proposto un ricorso straordinario con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia.

In particolare, i legali hanno, tra l’altro, rilevato l’illegittimità dei provvedimenti di attivazione della procedura di recupero "perchè adottati senza tenere conto delle memorie procedimentali presentate dai laboratori al fine di contestare l’esistenza del credito vantato dall’Asp e soprattutto la correttezza dei conteggi effettuati dall’amministrazione per la determinazione dell’importo dovuto".

Il Cga, a sezioni riunite - presidente Gabriele Carlotti, relatore Giovanni Ardizzone -, condividendo le tesi degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, ha espresso parere favorevole all’accoglimento del ricorso dei laboratori, rilevando che "l’Asp avrebbe dovuto valutare le memorie procedimentali presentate dai soggetti destinatari del provvedimento finale” ed evidenziando, altresì, come la pubblica amministrazione non avesse tenuto conto della nota con la quale l’assessorato regionale della Salute ha invitato tutte Asp a procedere “avendo cura di fornire alle strutture interessate tutti i necessari chiarimenti e ragguagli onde consentire alle stesse, in un contesto che si auspica costruttivo e dialogante, di verificare l’esattezza dei conteggi ed, eventualmente, di presentare proprie osservazioni”.

Il presidente della Regione Nello Musumeci – preso atto del parere espresso dal Cga – ha accolto il ricorso straordinario proposto dai laboratori.

L’Asp di Agrigento, di conseguenza, per effetto dell’accoglimento del ricorso, in atto non potrà procedere al recupero delle somme contestate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tariffe dei laboratori di analisi, la Regione rinuncia alle somme richieste

AgrigentoNotizie è in caricamento