menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'avvocato Daniela Posante

L'avvocato Daniela Posante

"Teneva pistola e fucile sopra l'armadio con la figlia in casa", assolto 59enne

Il palmese Gioacchino Di Vincenzo, 59 anni, è stato scagionato dall'accusa di non avere custodito con diligenza le armi

Pistola e fucile sopra l'armadio nonostante la presenza di altri familiari, compresa la figlia minorenne. Tuttavia, secondo il giudice Gianfranca Claudia Infantino, che ha accolto la tesi difensiva dell'avvocato Daniela Posante, l'accusa di non avere custodito "con diligenza" le armi, legalmente detenute, è insussistente. 

Assoluzione, quindi, per il palmese Gioacchino Di Vincenzo, 59 anni, denunciato dai carabinieri del locale commissariato, il 21 marzo del 2016. Il controllo era scaturito sulla base di una denuncia per minacce e lesioni. I militari, notando che le armi erano custodite sopra l'armadio, e peraltro in casa vi era anche una minorenne, lo hanno denunciato per violazione della normativa che impone di conservarle con diligenza in modo da evitare pericoli.

"Il nostro legislatore - ha replicato l'avvocato Posante - per i privati non ha previsto alcuna modalità di custodia delle armi, le prescrizioni sussistono solo per chi esercita professionalmente attività in materia di armi o esplosivi. Per il privato cittadino è prevista soltanto la normale diligenza e prudenza, alla quale l'imputato si era attenuto".

Il legale ha sottolineato che le armi erano posizionate sopra l’armadio "avvolte in una coperta e, peraltro, non è stato fatto alcun accertamento sulla loro efficienza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento