rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
L'inchiesta / Palma di Montechiaro

L'omicidio di Palma di Montechiaro e quel racconto confuso: atteso l'interrogatorio del gip

Angelo Incardona, il quarantaquattrenne reo confesso del tentato omicidio dei suoi genitori e del massacro (gli ha sparato circa 11 colpi di pistola) dell’imprenditore Lillo Saito di 65 anni, non potrà che fare chiarezza dinanzi al giudice per le indagini preliminari

Angelo Incardona, il quarantaquattrenne di Palma di Montechiaro reo confesso del tentato omicidio dei suoi genitori e del massacro (gli ha sparato circa 11 colpi di pistola) dell’imprenditore Lillo Saito di 65 anni, non potrà che fare chiarezza del racconto, fatto davanti a carabinieri e pm, dinanzi al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento. L’interrogatorio fino ad ieri pomeriggio non risultava essere stato ancora fissato.

L'omicidio di Palma di Montechiaro: verrà risentito il padre dell'assassino, fissata l'autopsia

Incardona, durante l’interrogatorio condotto dal procuratore capo Luigi Patronaggio e dal sostituto Maria Barbara Cifalinó, insieme al comandante provinciale dell’Arma: il colonnello Vittorio Stingo e al comandante del nucleo Investigativo: il maggiore Luigi Balestra avrebbe detto di far parte dei "Cucciuvi", una sorta di clan che rientra nell'organizzazione criminale dei "paracchi" (una sorta di terza mafia siciliana, nata negli anni Novanta, che esiste ancora a Palma di Montechiaro e a Favara ndr.). Il racconto, stando a quanto continua ad emergere, sarebbe stato assai confuso, forse per lo stato di choc in cui si trovava l’uomo. Parole tutte da verificare, motivo per il quale i carabinieri della compagnia di Licata e quelli del nucleo Investigativo anche ieri erano al lavoro per cercare di capire e ricostruire. 

L'omicidio di Palma di Montechiaro, il killer ha esploso 15 colpi in totale: 3 o 4 contro i suoi genitori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio di Palma di Montechiaro e quel racconto confuso: atteso l'interrogatorio del gip

AgrigentoNotizie è in caricamento