rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Tribunale / Palma di Montechiaro

"Marijuana appesa ad essiccare fra i filari del vigneto", chieste condanne per zio e nipote

I due vennero arrestati nell'agosto del 2018 e vennero sequestrati 20 chili di "roba"

Quattro anni di reclusione sono stati chiesti per il 52enne Gioacchino Mangiavillano. Quattro anni e 6 mesi invece per il nipote Angelo Mangiavillano di 30 anni. A farlo - entrambi i palmesi sono accusati di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio - è stata la Procura della Repubblica. 

I due vennero arrestati nell'agosto del 2018. I carabinieri, allora, ritrovarono marijuana appesa - fra i filari del vigneto e i grappoli di uva - ad essiccare. Ma anche "erba" già essiccata, custodita in dei sacchi, e, dunque, verosimilmente, pronta ad essere smerciata. Venti i chili di "roba" che, allora, furono sequestrati. 

Sequestrati 20 chili di marijuana: avrebbero fruttato 100 mila euro, due arresti

"Trovati con 20 chili di marijuana", zio e nipote restano ai domiciliari

La difesa dei due imputati, gli avvocati Giuseppe Vinciguerra e Daniele Re, hanno ribadito che la marijuana non era destinata ad essere messa in commercio. La sentenza è prevista per il 7 marzo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Marijuana appesa ad essiccare fra i filari del vigneto", chieste condanne per zio e nipote

AgrigentoNotizie è in caricamento