rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Quando l'organizzazione funziona / Palma di Montechiaro

La Madonna del Castello e la sfilata dei cavalli, i pellegrini: "Non sembrava neanche di essere a Palma di Montechiaro"

Tutti - cavalieri, conducenti dei carretti siciliani e fedeli - hanno rispettato le regole e non c'è stata nessuna criticità

"Non sembrava neanche di essere a Palma di Montechiaro!". È con queste parole che, tanto ieri sera tardi, quanto stamani, parlando dei festeggiamenti in onore della Madonna del Castello, i pellegrini e gli stessi palmesi hanno espresso apprezzamento per l'organizzazione del corteo che ha portato per le strade del paese il simulacro della vergine. Parole che, di fatto, sono un complimento sia per gli organizzatori che per quanti si sono occupati - con in testa il questore di Agrigento, Tommaso Palumbo, - dell'ordine e sicurezza pubblica.  

La sfilata dei cavalli per la Madonna del Castello, prescrizioni rispettate: nessun divieto dalla questura

La Madonna Castello e la sfilata di cavalli: quando la sinergia istituzionale arriva al risultato

Grande, anzi grandissima, la partecipazione dei pellegrini, molti dei quali hanno portato i cosiddetti "panini per il viandante". Altri, ma un po' meno rispetto agli anni passati, hanno invece fatto il viaggio a piedi scalzi alla Madonna. 

Durante il percorso, tutto transennato a regola d'arte, un cavallo - forse perché infastidito da così tante persone poste ai bordi della strada - ha, all'improvviso, spinto un po' la barriera. L'animale, anche per tranquillizzarlo, è stato subito fatto uscire e allontanare dall'itinerario. E non ci sono mai stati né rischi, né pericoli. Tutti - cavalieri, conducenti dei carretti siciliani e pellegrini - hanno rispettato le regole. E non c'è stata nessuna criticità. Ecco perché i positivi commenti, di chi ha preso parte o assistito ai festeggiamenti in onore della Madonna del Castello, non possono che cristallizzarsi nella frase che continua a essere ripetuta con plauso: "Non sembrava neanche di essere a Palma di Montechiaro". 

Come già evidenziato ieri da AgrigentoNotizie, quanto accaduto quest'anno, a Palma di Montechiaro, non potrà che essere d'esempio. E non soltanto per la città di Gattopardo, ma per tutte le realtà Agrigentine che, come è emerso lo scorso anno, erano solite pasticciare in fase di organizzazione di eventi religiosi e popolari. L'organizzazione per tempo e la piena sinergia istituzionale fra Comune, Chiesa e Questura ha garantito, dopo il pandemonio dello scorso anno, sia che la sfilata potesse farsi (72 i cavalieri/amazzoni e oltre 15 i carretti siciliani che hanno partecipato), sia che è stata fatta in piena sicurezza e senza alcuna criticità. A non perdere mai d'occhio, neanche un centimetro del percorso, per garantire rispetto delle regole e dunque vera sicurezza, gli uomini della polizia, carabinieri e vigili urbani. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Madonna del Castello e la sfilata dei cavalli, i pellegrini: "Non sembrava neanche di essere a Palma di Montechiaro"

AgrigentoNotizie è in caricamento