Rimase ferito a causa di una panchina rotta: Comune condannato dopo 10 anni

L'incidente, all'interno della villa comunale, si verificò quando il ferito aveva appena 8 anni

(foto ARCHIVIO)

Rimase ferito, all'interno della villa comunale di Palma di Montechiaro, quando aveva 8 anni. Quando stava giocando a pallone e, a causa di una panchina divelta e non adeguatamente segnalata, riportò appunto gravi traumi. Adesso, a distanza di 10 anni: e il bimbo è diventato maggiorenne, il tribunale di Agrigento ha condannato il Comune di Palma di Montechiaro a pagare un risarcimento danni di 23.474 euro. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Il tribunale ha dunque accolto la domanda che i genitori dell'allora bimbo formalizzarono nel 2014. A rappresentarli ed assisterli è stato l'avvocato Maria Luisa Spoto. Il Municipio, dal canto suo, si era costituito in giudizio e aveva sostenuto la totale infondatezza delle domande di cui, appunto, chiedeva il rigetto. Non è stato invece dello stesso parere il giudice del tribunale di Agrigento.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento