rotate-mobile
Nuovo caso / Palma di Montechiaro

L'auto finisce dentro un tombino, automobilista cita il Comune in giudizio

Il cittadino chiede al giudice di pace di riconoscere la responsabilità del Municipio per "la mancata manutenzione, vigilanza e controllo delle strade"

Finisce in un tombino per la raccolta delle acque reflue, privo dell'indispensabile griglia, e chiede un risarcimento dei danni subiti - pari a 3.714 euro - dalla sua Volkswagen Polo. Un palmese ha citato il Comune dinanzi al giudice di pace. L'udienza si terrà il primo dicembre.

L'incidente si è verificato il 24 settembre, alle ore 23 circa, nel tratto di strada tra via Calamandrei e via Lenin. Secondo il cittadino-automobilista, "la colpa del sinistro stradale è da attribuire al Comune di Palma di Montechiaro per la mancata manutenzione, vigilanza e controllo delle strade". L'ente ha deciso di costituirsi nel giudizio, dinanzi al giudice di pace di Agrigento, per resistere alle pretese "poiché infondate in fatto e in diritto" - scrivono dal Municipio - . Il mandato di rappresentanza e difesa del Comune è stato conferito all'avvocato Costanzino Calogero Siddaharta, del foro di Sciacca, professionista iscritto nell'elenco dei fiduciari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'auto finisce dentro un tombino, automobilista cita il Comune in giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento