Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

"Falso verbale redatto dai poliziotti per evitare guai al maresciallo", giudizio abbreviato per tutti

Strategia processuale comune dopo la decisione del giudice di dichiarare inutilizzabili le intercettazioni

FOTO ARCHIVIO

Giudizio abbreviato per tutti gli imputati. La strategia dei difensori (gli avvocati Santo Lucia, Francesco Scopelliti, Antonino Catania, Alfonso Neri e Salvatore Pennica) è stata quella di evitare un dibattimento.

Il procedimento, in corso davanti al gup Francesco Provenzano, è quello a carico di due poliziotti, il padre di un giovane automobilista coinvolto in un incidente stradale e il luogotenente dei carabinieri Luigi Marletta, ex comandante della stazione di Palma.

L’accusa mossa dal pm Elenia Manno è quella di avere redatto un falso verbale per occultare la circostanza che il sottufficiale, che aveva avuto l’incidente, andava in giro con un ciclomotore senza revisione e assicurazione. Il rinvio a giudizio è stato chiesto per il carabiniere, per i poliziotti del commissariato Gaetano Scarpello, 37 anni e Alessio Guzzo, 35 anni, e per Angelo Romano, 47 anni.

La vicenda risale al 19 ottobre del 2017 e fu scoperta proprio perché Marletta avrebbe parlato al telefono con Romano che era intercettato nell'ambito di un altro procedimento: conversazione che, come chiesto dalla difesa, non potrà più essere usata sulla scorta di una recente sentenza della Cassazione. Il 5 novembre è prevista la sentenza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Falso verbale redatto dai poliziotti per evitare guai al maresciallo", giudizio abbreviato per tutti

AgrigentoNotizie è in caricamento