"Con un'ascia davanti ai carabinieri", condannato pensionato di 85 anni

L'anziano è stato assolto, invece, dall'accusa di minacce gravi nei confronti del suo vicino di casa

Il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Sabrina Bazzano, ha assolto dall'accusa di minacce gravi ai danni del vicino l'ottantacinquenne Salvatore Giganti di Palma di Montechiaro. Lo ha condannato, però, per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. La pena è di 4 mesi di reclusione. I fatti al centro del processo si sono verificati il primo maggio del 2015. Un vicino di casa di Giganti, al termine dell'ennesimo litigio, ha chiamato i carabinieri perché, a suo dire, l'anziano, con un bastone di legno, colpiva la sua porta invitandolo ad uscire perché "era arrivata la sua ora". I militari dell'Arma, una volta sul posto, hanno cercato subito di bloccare l'anziano che - stando all'accusa - avrebbe brandito contro di loro un'ascia. L'anziano è stato difeso e rappresentato dall'avvocato Domenico Romano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento