Uccise il giudice Livatino, Pace torna a Palma con un permesso speciale

Dopo 27 anni trascorsi in carcere, ha ottenuto un permesso premio visto che si sta comportando bene

Domenico Pace, colui che faceva parte del commando della Stiddra che uccise il giudice Rosario Livatino, tornerà - seppur per poco tempo - a Palma di Montechiaro. Ha ottenuto - secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia - un permesso speciale dal tribunale di Sorveglianza. La notizia è stata diffusa dal tutore di Pace che ha annunciato con gioia che il cognato tornerà a Palma dopo 27 anni trascorsi in carcere. Si tratta di un permesso premio per Pace che in carcere si sta comportando bene. Adesso si trova in carcere a Sulmona dove sta scontando l'ergastolo. Ed ha iniziato un percorso religioso che lo sta avvicinando a Dio al quale chiede perdono per quello che ha fatto. Non è un pentito, è un 54enne che sta cercando di ritrovare la sua coscienza attraverso la religione.

Ogni anno, in occasione della ricorrenza dell'omicidio del giudice Rosario Livatino, Pace invia - attraverso i suoi familiari - una composizione floreale al cimitero, alla cappella dove sono custodite le spoglie mortali del giudice Rosario Livatino. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento