rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Palma di Montechiaro

"Macellava clandestinamente carne di cavallo", denuncia e sequestro

La polizia e l'Asp hanno posto i sigilli su 75 chili circa di prodotto per il quale è arrivato il via libera alla distruzione. L'alimento non aveva alcun segno per essere identificato, né tracciato

Macellazione clandestina. Macellazione di carne di cavallo. E’ questo quello che hanno scoperto, negli scorsi giorni, i poliziotti del commissariato di Palma di Montechiaro assieme ai funzionari dell’azienda sanitaria provinciale di Agrigento. Un palmese di 57 anni è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura. L’ipotesi di reato contestata è lavorazione e macellazione abusiva di carne priva di segni di identificazione e di tracciabilità. Ben 75 i chili di carne equina sequestrati, carne per la quale è arrivato il via libera alla distruzione.

I poliziotti del commissariato di Palma di Montechiaro, assieme all’Asp appunto, hanno fatto un blitz all’interno di un magazzino. E hanno trovato la carne – ben 75 chilogrammi – disossata, in un ambiente che, naturalmente, non aveva le necessarie e minime condizioni igienico-sanitarie. E’ proprio all’interno di quel magazzino – stando all’accusa formalizzata – che il cavallo sarebbe stato macellato. Verosimilmente tutta quella carne – che ha un costo superiore ad altre tipologie – sarebbe stata venduta, avrebbe raggiunto il mercato “nero” della compravendita e sarebbe finita poi, inevitabilmente, sulle tavole degli agrigentini. Carne che, appunto, - hanno ricostruito dalla polizia di Stato – non aveva alcun segno per essere identificata, né tracciata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Macellava clandestinamente carne di cavallo", denuncia e sequestro

AgrigentoNotizie è in caricamento