menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una recente demolizione a Palma di Montechiaro

Una recente demolizione a Palma di Montechiaro

L'inchiesta sulle mancate demolizioni, Palma di Montechiaro fa quadrato attorno al sindaco

Da ieri sera, dopo che è stata resa nota l'iscrizione nel registro degli indagati di Stefano Castellino, c'è un hashtag che rimbalza sui social: "#iostoconstefanocastellino"

C'è un hashtag che, da ieri sera - dopo che è stata resa nota l'iscrizione nel registro degli indagati del sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, - rimbalza sui social: è "#iostoconstefanocastellino". Palma di Montechiaro, almeno attraverso i social appunto, sembra fare quadrato attorno al proprio sindaco. 

"Sindaco, chi ha avuto l’occasione di conoscerti di persona sa che i punti cardini che distinguono te e la tua famiglia sono: umiltà, sincerità e trasparenza in tutto quello che fai! Palma è con te!" - scrive uno dei concittadini - . "E adesso tutti i sindaci che si sono succeduti in questi 40 anni e che non hanno mai affrontato il problema delle demolizioni che ricevano un avviso di garanzia!!! Sarebbe equo o no?!! E con loro tutti gli altri responsabili del caso" - incalza un altro cittadino - .

Qualcuno se la prende anche con la classe politica: "Tutta la politica anziché affrontare il grave problema gioca! C’è chi gioca al gioco del silenzio, c’è chi gioca sfruttando la demagogia, c’è chi gioca con i super eroi. Contemporaneamente in parlamento si presenta un decreto che lascia speranze, con i soliti slogan politici, ma che non viene né votato ne bocciato".

"Il sindaco di Palma, al quale dedico la mia solidarietà, di fronte alle sentenze passate in giudicato ha fatto la fine simile a don Chisciotte contro i mulini al vento. Perché solo il legislatore - spiega un altro cittadino - potrà risolvere l'annoso problema della demolizione degli immobili abusivi".

Sono tanti coloro che invece, semplicemente, augurano a Stefano Castellino "di uscirne a testa alta!", mentre qualcuno parla "di macchina di fango". Altri, ancora, si dicono "amareggiati" e alcuni sembrano incoraggiare il sindaco di Palma di Montechiaro: "Continuiamo a lavorare con serenità, con l’auspicio che la magistratura faccia il suo giusto corso e si chiarisca tutto quanto prima possibile". Non mancano, naturalmente, coloro che si dicono "onorati di averlo come sindaco".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento