rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Palma di Montechiaro

Palma di Montechiaro: bimba morta nell'incendio della sua casa, messi in salvo i suoi cinque fratellini

Trovato un alloggio temporaneo alla famiglia che stasera ha perso tutto. Sul posto, il pm di turno e la polizia scientifica per avviare le indagini. La palazzina di due piani è stata sequestrata e dichiarata inagibile

Una bambina di 2 anni e 7 mesi, Ginevra Manganello, ha perso la vita a causa del devastante incendio che ha devastato - praticamente distrutto - l'abitazione, in via San Giuseppe a Palma di Montechiaro, dove viveva con i cinque fratellini, la mamma e altri due familiari. La piccola stava dormendo al secondo piano quando poco prima delle 20 sono divampate le fiamme. Un rogo spaventoso e visibile a diverse centinaia di metri di distanza, un incendio che ha fatto sollevare anche una coltre di fumo nero che ha reso irrespirabile l'aria dell'interno quartiere del centro storico. Scattato l'allarme, sul posto si sono immediatamente precipitate più squadre dei vigili del fuoco, i poliziotti del commissariato di Palma e i carabinieri, ma anche gli uomini della Protezione civile comunale. Otto persone sono state messe in salvo, mentre per la piccola non c'è stato nulla da fare: è morta carbonizzata. La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo d'inchiesta, sul posto è giunto il pm di turno che ha disposto il sequestro della palazzina di due piani che è stata anche dichiarata inagibile. Comune e cooperativa sono riusciti a trovare, praticamente nel giro di poco tempo, un alloggio per dare riparo agli sgomberati. 

La diretta 

Ore 00.14. Eliminati gli ultimi focolai i resti della piccola Ginevra Manganello sono stati portati via in una minuscola bara bianca. 

Ore 00.05. Gli uomini della Protezione civile non possono ancora accedere ai locali del secondo piano dell'abitazione interessata dall'incendio perché sarebbe presente ancora un focolaio. I vigili del fuoco tornano al lavoro per mettere in sicurezza l'area.

Ore 23.45. E' arrivata la piccola bara bianca che conterrà i resti di Ginevra Manganello, la vittima del tragico rogo di questa sera in via San Giuseppe. I vigili del fuoco si stanno preparando per entrare nuovamente nell'abitazione.

Tragico incendio a Palma di Montechiaro: morta bambina

Ore 23.30. Nel via vai di soccorritori e uomini delle forze dell'ordine, c'è una presenza che non è sfuggita: un cucciolo di cane, chiamato Stella, che ha più volte provato ad accedere ai locali devastati dal rogo. Non è chiaro se la cagnolina fosse di qualcuno della famiglia e si sia smarrita in questi momenti concitati e tragici.

WhatsApp Image 2021-12-21 at 23.12.30-2

Ore 22:53. Le fiamme che avevano ripreso forza all'interno delal casa di via San Giuseppe sono state definitivamente domate. Sul posto è appena arrivata il pm Cifalinò insieme alla polizia scientifica. Si inizia con la delicata fase delle indagini che poterà ad individuare le cause del rogo che ha avuto un esito tanto tragico. L'edificio è comunque ormai inagibile. Dentro, oltre alla piccola, vivevano altri cinque fratellini.

Ore 22. I vigili del fuoco, che ancora lavorano sul posto, hanno appena fatto allontanare le persone presenti dal luogo dell'incendio perchè dal tetto della casa di via San Giuseppe si è appena alzata un'alta colonna di fumo che potrebbe dipendere da un ravvivamento delle fiamme all'interno dell'edificio. Sul posto è appena giunta anche la Protezione civile regionale. Opera la polizia, cui spetteranno le indagini.

Ore 21.45. La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un fascicolo sul rogo che è costato la vita alla piccola Ginevra Manganello. Sul luogo del rogo si sta recando il pm Maria Barbara Cifalinò. La palazzina verrà sequestrata per consentire lo svolgimento delle indagini, che saranno affidate alla polizia.

Le fiamme del rogo di Palma di Montechiaro-2

Il tremendo rogo è divampato nelle prime ore della sera a Palma di Montechiaro in via San Giuseppe, nel centro della città forse a causa di un corto circuito elettrico. Le fiamme hanno divorato un appartamento all'interno di un edificio di più piani ed è costato la vita ad una bambina di tre anni.

Bambina di due anni muore in un incendio: le immagini dal luogo della disgrazia

La famiglia è stata sgomberata. Sul posto tre squadre di vigili del fuoco dei distaccamenti di Agrigento e Licata sono al lavoro. Fin dai primi istanti era stata la mamma della bimba a lanciare l'allarme, dicendo che la stessa era rimasta all'interno dell'appartamento. Secondo la prima ricostruzione, ma le notizie sono ancora frammentarie, il rogo sarebbe scoppiato al primo piano, dove si trovavano la mamma e la zia. La piccina dormiva al secondo piano e vani sono stati i tentativi della mamma e della zia di raggiungerla, a causa delle fiamme. La piccola si chiamava Ginevra Manganello. Nello stesso edificio vivevano nove persone - stando a quanto comunicato dal Comune -, anche se al momento del rogo solo in tre si trovavano in casa.

Tragedia di via San Giuseppe, il sindaco Castellino: "Il Comune si farà carico dei costi per il funerale"

Sulle cause dell'incendio non c'è ancora piena chiarezza: se in un primo momento si era parlato di una fuga di gas, ora parrebbe più sicura la pista di un incendio dovuto a un problema elettrico forse scaturito da una stufa o da un condizionatore. Ad accertare le cause sarà la polizia di Stato. Sul posto operano, oltre i vigili del fuoco, anche i carabinieri.

(aggiornato alle 00.15)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palma di Montechiaro: bimba morta nell'incendio della sua casa, messi in salvo i suoi cinque fratellini

AgrigentoNotizie è in caricamento