menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una ruspa in azione (foto ARCHIVIO)

Una ruspa in azione (foto ARCHIVIO)

"Aiuta durante le demolizioni", 56enne arrestato per evasione

L'uomo è stato trovato all'esterno della sua abitazione: stava passando un filo della luce agli operai

Esce di casa per dare una mano d'aiuto, passando un cavo della corrente elettrica, durante le demolizioni in contrada Ciotta e viene arrestato. Arrestato, dalla polizia di Stato, per evasione dalla detenzione domiciliare. Ad essere rimesso ai domiciliari prima e, poche ore dopo, portato al carcere Petrusa di Agrigento è stato Antonio Di Vincenzo, palmese, di 56 anni.

In contrada Ciotta-Facciomare, a Palma di Montechiaro, sono in corso le demolizioni autonome di un villino.

Dopo le operazioni di sgombero di mobili e suppellettili, le ruspe sono entrate in azione. Si prevede che per ripristinare la legalità, radendo al suolo l'abuso edilizio, siano necessari una decina di giorni. Venerdì, gli agenti del commissariato di Palma di Montechiaro sono, naturalmente, andati a dare un'occhiata: un controllo per sincerarsi che tutto si stesse svolgendo in perfetto ordine. Ed è stato proprio durante questa verifica - stando alla ricostruzione della polizia di Stato - che il palmese sottoposto alla detenzione domiciliare, residente in una villa attigua, sarebbe stato trovato per strada.

Stava, di fatto, dando una mano d'aiuto agli operai, passandogli un filo della luce. Ma fuori del perimetro della sua abitazione, il cinquantaseienne non avrebbe potuto e dovuto mettere piede. E' stato, dunque, arrestato per evasione dai domiciliari. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, l'uomo è stato rimesso ai domiciliari. Poche ore dopo, però, è arrivata - da parte dell'ufficio di Sorveglianza del tribunale - la revoca dei domiciliari e, dunque, è scattata la detenzione in carcere. Il cinquantaseienne è stato, dunque, accompagnato alla casa circondariale di contrada Petrusa dove dovrà scontare la pena che stava già scontando ai domiciliari.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento