L'agguato di Palma di Montechiaro, due le persone sottoposte all'esame dello "Stub"

Sono state effettuate decine e decine di perquisizioni, alcune delle quali ritenute di un certo interesse investigativo, e sono state ascoltate numerose persone

Sono due le persone: il ferito e il proprietario dell'auto danneggiata che sono state sottoposte - dalla polizia di Stato - all'esame dello "Stub": l'accertamento che serve per la ricerca di eventuali tracce di polvere da sparo. Gli esiti della Scientifica di Palermo dovrebbero arrivare nei prossimi giorni e potrebbero contribuire a fare chiarezza nell’inchiesta - sviluppata da polizia e Procura - sul tentato omicidio del venticinquenne di Palma di Montechiaro e sull'auto crivellata da otto colpi di pistola calibro 7,65.

Non ci sono dubbi – non per gli agenti del commissariato di Palma di Montechiaro e per quelli della Squadra Mobile della Questura di Agrigento – sul fatto che i due episodi verificatisi nella tarda serata di martedì, nel centro urbano di Palma di Montechiaro, siano collegati.  L'inchiesta - degli agenti del commissariato di Palma di Montechiaro e della Squadra Mobile della Questura di Agrigento - ha già permesso, e non è stato semplice, di ricostruire, sotto il coordinamento del sostituto procuratore Alessandra Russo, cosa sia accaduto.

Auto crivellata di colpi e tentato omicidio nel giro di un'ora 

Nella serata di martedì, i poliziotti, al 113, hanno semplicemente raccolto una chiamata che segnalava “colpi d’arma da fuoco” in via Salvatore Quasimodo. Da quel momento in poi, per oltre due ore, è stato un autentico rebus. Prima è stata ritrovata l'autovettura - una Fiat Panda - crivellata da otto colpi sparati con una pistola calibro 7,65. Bossoli che la polizia ha sequestrato, così come l'utilitaria. Più di un'ora dopo, i poliziotti hanno avuto notizia del venticinquenne, L. O., che è stato portato al pronto soccorso dell'ospedale "San Giacomo d'Altopasso" di Licata perché ferito con un'arma da fuoco: con una pistola calibro 45. Uno il colpo che ha centrato all’addome il venticinquenne. L’agguato si sarebbe verificato in via Sottotenente Palma, mentre il giovane si trovava sulla pubblica via. 

L'agguato a Palma, ferito un venticinquenne 

Dal momento in cui la polizia ha avuto notizia del tentato omicidio, subito è stata ingaggiata una corsa contro il tempo. Sono state effettuate decine e decine di perquisizioni, alcune delle quali ritenute di un certo interesse investigativo, e sono state ascoltate numerose persone.

Gli agenti del commissariato di Palma di Montechiaro, coordinati dal commissario capo Tommaso Amato, e quelli della Squadra Mobile della Questura di Agrigento, con a capo il commissario capo Giovanni Minardi, per tutta la giornata di ieri – seppur nel più fitto, anzi categorico, riserbo – hanno continuato a sentire familiari, amici e conoscenti del venticinquenne ferito, nonché eventuali, possibili, testimoni. Non filtra, naturalmente, nessuna indiscrezione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanto è accaduto a Palma di Montechiaro non sembrerebbe essere opera della criminalità organizzata. Tutto ancora da capire cosa vi sia dietro il danneggiamento dell’auto e il tentato omicidio del giovane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento