menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto di Antonino Riccobene

L'arresto di Antonino Riccobene

"Gestiva una centrale della droga in casa", 26enne ottiene i domiciliari

Il ventiseienne Antonino Riccobene è stato fermato con 300 grammi di cocaina e marijuana e denaro contante per oltre 30.000 euro

Arresti domiciliari per il ventiseienne di Palma di Montechiaro, Antonino Riccobene, fermato il 15 aprile, nella fase conclusiva del lockdown, al termine di una vasta operazione della polizia che ha smantellato una vera e propria centrale dello spaccio.

Il gip Stefano Zammuto, pronunciandosi su un'istanza presentata dal difensore, l'avvocato Santo Lucia, ha alleggerito la misura cautelare dopo tre mesi e mezzo di carcere e gli ha concesso la detenzione in casa in una località fuori dalla Sicilia ritenendo che le esigenze cautelari si siano affievolite.

Durante la perquisizione domiciliare, all'indagato sono stati sequestrati circa 300 grammi di cocaina e marijuana, denaro contante per oltre 30.000 euro, strumentazioni elettroniche per evitare intercettazioni, 10 telefoni cellulari, bilancini ed altro materiale ritenuto di sicuro interesse investigativo. Alla perquisizione ha partecipato anche una unità cinofila della Guardia di finanza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento