menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ciò che rimane del tetto della capanna del presepe vivente

Ciò che rimane del tetto della capanna del presepe vivente

Presepe vivente, bruciato il tetto della capanna della Natività

L'episodio si è verificato la notte scorsa. A renderlo noto, condannando l'accaduto, è stata Margherita Conti, una delle organizzatrici dell'iniziativa

Vandali in azione a Palma di Montechiaro. La notte scorsa qualcuno ha appiccato il fuoco al tetto della capanna della Natività del presepe vivente del quartiere Sant’Antonino.

Il presepe, realizzato dai giovani che risiedono nella zona, era stato inaugurato lo scorso 28 dicembre.

Ad annunciare l’accaduto, con un post su Facebook, è stata Margherita Conti, una delle organizzatrici del presepe.

“E’ stato dato fuoco – ha scritto la giovane sul social network - al tetto che fa da scenografia al garage della capanna del presepe e anche al muro portante. L’incendio ha coinvolto anche parte delle luminarie che avevamo sistemato per dare alla location un'atmosfera festosa”. “Si tratta sicuramente di teppisti, ma in ogni caso la cosa non deve essere taciuta. Se vogliamo che Palma cambi – conclude Margherita Conti - proviamo a cambiare mentalità”.

Il tetto della capanna della Natività era stato realizzato in assi di legno e rami di pino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento