rotate-mobile
Cronaca Palma di Montechiaro

Voleva vendicare l'omicidio del fratello? Trentaseienne davanti al gup

Pino Azzarello è stato arrestato dai carabinieri con una pistola clandestina e una trentina di cartucce. Si ipotizza un collegamento col delitto

Scoperto dai carabinieri con una pistola clandestina e una trentina di cartucce nascosti sotto il lavandino. Il bracciante agricolo Pino Azzarello, 36 anni, è comparso questa mattina davanti al gup Francesco Provenzano dove avrebbe dovuto iniziare l'udienza preliminare per le accuse di detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione. Il giudice, però, ha accertato che non risulta notificato l'avviso di chiusura delle indagini preliminari: il processo, quindi, si azzera prima di iniziare.

L'abitazione di Azzarello, difeso dall'avvocato Santo Lucia, era stata perquisita perchè sulla base di un'informazione in possesso degli investigatori si pensava che potesse vendicare l'omicidio del fratello Salvatore, ucciso a colpi di pistola mentre si trovava sopra un trattore lo scorso 22 agosto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voleva vendicare l'omicidio del fratello? Trentaseienne davanti al gup

AgrigentoNotizie è in caricamento