Accusato di quattro rapine e un assalto fallito, 25enne resta in carcere

Nicola Milanese è stato tirato in ballo da un sedicenne col quale avrebbe messo a segno i colpi ai danni di un negozio di alimentari, due agenzie di scommesse e una farmacia

Fermo non convalidato e contestuale applicazione della custodia cautelare in carcere: in sostanza secondo il gip Luisa Turco, non ci sono pericoli di fuga ma il quadro indiziario è molto solido. Nicola Milanese, 25 anni, di Palma di Montechiaro, sottoposto a fermo di indiziato di delitto dal pubblico ministero Antonella Pandolfi, con l'accusa di avere messo a segno quattro rapine e un tentativo fallito, resta in cella.

Quattro rapine e un assalto fallito, fermato 25enne

Tutti gli episodi sarebbero stati messi a segno insieme a un sedicenne che, dopo essere stato individuato, lo ha tirato in ballo. I due giovani, che in una circostanza avrebbero agito insieme a un secondo minorenne, avrebbero fatto irruzione - nell'ordine - in un negozio di alimentari, in un’agenzia di scommesse, in una farmacia e un’altra agenzia di scommesse, tutti di Palma.

"Ho fatto solo il palo", non sapevo che il mio complice fosse minorenne

Il colpo fallito è, invece, ai danni di un Compro Oro di Licata. Gli episodi sono stati messi a segno in due settimane, dall’11 al 25 febbraio scorsi, e avrebbero fruttato, in tutto, 1600 euro. Una vera e propria escalation criminale che ha messo in allarme gli investigatori che sono riusciti a chiudere il caso in poche settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due giovani sono stati identificati grazie a testimonianze e alle immagini di videosorveglianza di un'agenzia di scommesse. Milanese, difeso dall'avvocato Giuseppe Lauricella che si era opposto alla convalida del fermo, ha sostanzialmente ammesso i fatti pur cercando di sminuire la propria responsabilità, dicendo di essersi limitato a fare il "palo". Le sue dichiarazioni sono state bocciate come inattendibili rispetto a quelle del minorenne coinvolto in tutti gli assalti che lo ha indicato come il "regista" di tutti i colpi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

  • Studenti positivi al Covid 19, Miccichè chiude il "Politi" e Di Ventura il "Verga"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento