rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Palma di Montechiaro

Ritorsioni a ingegnere? Prosciolti dirigente Utc e funzionaria

I due tecnici escono indenni dall'accusa di abuso di ufficio fra assoluzione nel merito e prescrizione: la denuncia scaturiva dalla revoca di un incarico

Ritorsioni a un ingegnere al quale, per ripicca, sarebbe stato revocato un contratto e gli sarebbe stata preclusa la possibilità di ottenere un incarico: l’ex dirigente dell’Ufficio tecnico comunale di Palma, Francesco Lo Nobile, 71 anni, oggi in pensione e Concetta Maria Di Vincenzo, 61 anni, funzionaria dello stesso ente, ne escono indenni fra assoluzione nel merito e prescrizione.

La sentenza è stata emessa dai giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara. Entrambi gli imputati (difesi dagli avvocati Liliana Azzarello e Francesco Scopelliti) erano accusati di abuso di ufficio. 

La prima ipotesi di reato era contestata al solo Lo Nobile che avrebbe revocato all’ingegnere l’incarico di direttore dei lavori di recupero del centro urbano senza alcuna comunicazione che gli avrebbe, invece, consentito di presentare delle controdeduzioni. Le altre due accuse sono contestate in concorso ai due imputati. In una (Lo Nobile in qualità di dirigente dell’Utc e Di Vincenzo di responsabile del procedimento) si ipotizzava l’esclusione del professionista da un invito, al quale avrebbe avuto diritto, per partecipare a una procedura di affidamento di un incarico per direttore dei lavori di realizzazione del campetto polivalente di Cassarino. 

Il pm Cecilia Baravelli aveva chiesto che venisse dichiarata la prescrizione di tutte le accuse. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorsioni a ingegnere? Prosciolti dirigente Utc e funzionaria

AgrigentoNotizie è in caricamento