menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ostracismo ai danni di un ingegnere", rinviati a giudizio ex dirigente Utc e funzionario

Contratto revocato, mancato invito alle procedure di conferimento di un incarico al quale avrebbe potuto avere diritto e pratiche edilizie che furono bloccate solo per ripicca

Contratto revocato, mancato invito alle procedure di conferimento di un incarico al quale avrebbe potuto avere diritto e pratiche edilizie che furono bloccate solo per ripicca. Nel mirino c’era sempre un ingegnere (parte civile con l’assistenza dell’avvocato Santo Lucia) che ha presentato una denuncia e ha fatto partire l’inchiesta, conclusa ieri mattina con il rinvio a giudizio dei due imputati deciso dal giudice dell’udienza preliminare Luisa Turco. Si tratta dell’ex dirigente dell’Ufficio tecnico comunale di Palma, Francesco Lo Nobile, 68 anni, oggi in pensione e Concetta Maria Di Vincenzo, 58 anni, funzionaria dello stesso ente. Entrambi gli imputati (difesi dagli avvocati Liliana Azzarello e Francesco Scopelliti) saranno processati per abuso di ufficio. La prima udienza è in programma l’11 giugno davanti ai giudici della seconda sezione penale presieduta da Wilma Angela Mazzara. I fatti sarebbero avvenuti fra il novembre e il dicembre del 2013.

La prima ipotesi di abuso di ufficio è contestata al solo Lo Nobile che avrebbe revocato all’ingegnere l’incarico di direttore dei lavori di recupero del centro urbano senza alcuna comunicazione che gli avrebbe, invece, consentito di presentare delle controdeduzioni. Le altre due ipotesi di abuso di ufficio sono contestate in concorso ai due imputati. In una (Lo Nobile in qualità di dirigente dell’Utc e Di Vincenzo di responsabile del procedimento) si ipotizza l’esclusione del professionista da un invito, al quale avrebbe avuto diritto, per partecipare a una procedura di affidamento di un incarico per direttore dei lavori di realizzazione del campetto polivalente di Cassarino. Infine, “adducendo svariate scuse”, avrebbero bloccato due pratiche edilizie, relative alla realizzazione di una tettoia e di una pensilina, che erano state istruite dall’ingegnere per conto di due privati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento