Cronaca

Akragas volley, il "veleno" del ds Allegra:"Noi bistrattati"

Il direttore sportivo biancazzurro si gode il momento della sua squadra, ma nello stesso tempo si toglie qualche sassolino dalla scarpa. La squadra di Agrigento è attualmente "nomade" da palazzetto in palazzetto

L'Akragas volley vince e si prende il primato del campionato di B1. La vittoria importante della squadra e la dedica "al veleno" del diesse biancazzurro Luigi Allegra.

In un tempo dove lo sport raggiunge risultati importanti, Agrigento si fa trovare impreparata. Orari massacranti e viaggi della speranza tra un palasport e l'altro, il direttore sportivo dell'Akragas volley commenta così la paradossale situazione: "L'Akragas Volley è bistrattata dall'Amministrazione comunale di Agrigento. La promessa - spiega Allegra - di riaprire il palasport Pippo Nicosia di Agrigento, fatta dal sindaco lo scorso mese di dicembre, non è stata mantenuta. E' una vergogna - chiosa Allegra - ci prendono in giro e non lo meritiamo".

Luigi Allegra al "timone" dell'Akragas volley da diversi anni, parla anche di danno economico: "Oltre il danno di non poterci allenare e giocare ad Agrigento c'è la beffa della cartellonistica pubblicitaria. Quei pochi sponsor che abbiamo - spiega -  potrebbero abbandonarci da un momento all'altro perchè per loro non vi è nessun riscontro promozionale visto che non possiamo collocare i loro cartelloni pubblicitari al palasport Nicosia di Agrigento, come da accordi d'inizio stagione. Il comune di Agrigento - conclude il direttore sportivo dell'Akragas volley - non merita questa meravigliosa squadra che porta in alto i colori della città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas volley, il "veleno" del ds Allegra:"Noi bistrattati"

AgrigentoNotizie è in caricamento