rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Palazzo Lo Jacono, ancora un anniversario senza prospettive: l'area attende da 12 anni il recupero

Divenne il simbolo dell'emergenza centro storico, dato che venne scongiurata per puro caso una vera carneficina, ma poi venne dimenticato

Si avvia verso "l'adolescenza" il crollo del Palazzo Lo Jacono-Maraventano, che collassò nella notte di Pasqua del 2011, 12 anni fa, senza fortunatamente fare vittime. La distruzione dell'edificio liberty divenne il simbolo di quella che venne chiamata "l'emergenza centro storico". Seguirono polemiche, prese di posizione politiche e soprattutto una pioggia di ordinanze di messa in sicurezza con pochi, pochissimi interventi di recupero.

La vicenda ebbe poi il suo percorso nei tribunali, ma il recupero di quanto rimane dell'area della frana rimase a metà. L'area di sedime dovrebbe essere ancora inibita al tansito, ma è divenuta un parcheggio (e, spesso, una discarica), e le pareti a bandiera dell'edificio non sono state ancora messe in sicurezza in via definitiva e presentano ancora delle fasce in carbonio che in realtà erano state realizzate per una durata limitata nel tempo.

Eppure di questo argomento non si discute in città, non è nell'agenda politica e amministrativa, così come non lo è il punto sui "mega" progetti di recupero del centro storico che oggi sono al palo come Terravecchia e Ravanusella, con il primo dei due che ha lasciato profonde ferite nel quartiere omonimo e che, anche questo, è divenuto più un tema per le aule giudiziarie che per la politica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Lo Jacono, ancora un anniversario senza prospettive: l'area attende da 12 anni il recupero

AgrigentoNotizie è in caricamento