rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Ennesimo caso / Canicattì

Paga 3.600 euro per la crociera sul Nilo che viene rinviata e annullata: è stato truffato, due denunce

Il canicattinese sessantottenne si è rivolto ai poliziotti del commissariato cittadino

Avrebbe voluto fare – e dovuto visto che aveva versato 3.600 euro – una crociera sul Nilo, in Egitto. Era il 4 marzo del 2022 quando prenotando, effettuava – su richiesta dell’agenzia di viaggi – il bonifico bancario. Un viaggio, per due persone, che è stato però spostato più volte dall’agenzia, fino ad essere definitivamente annullato. E il canicattinese sessantottenne ha, alla fine, nei giorni scorsi, formalizzato denuncia contro la proprietaria della stessa agenzia viaggi di San Cataldo, nel Nisseno. L’uomo, inevitabilmente, sostiene di aver subito una truffa. Due le persone – una donna e un uomo, entrambi residenti a San Cataldo – che sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Agrigento.

Già lo scorso 19 agosto, dopo un alterco decisamente concitato, erano intervenuti i carabinieri nell’agenzia di San Cataldo dove, a quanto pare, vi sarebbero state anche altre persone che sarebbero state raggirate. 

Nel caso specifico, lo scorso 16 luglio – tramite Whatsapp – la proprietaria dell’agenzia di viaggi avrebbe comunicato d’aver effettuato un bonifico per il rimborso del viaggio mai effettuato dal canicattinese. Bonifico mai arrivato, e somma dunque mai restituita, nonostante più rassicurazioni che il canicattinese – a suo dire, nella denuncia, - avrebbe ottenuto.

I poliziotti del commissariato di Canicattì, raccogliendo la denuncia e avviando le indagini, hanno appurato che il numero di conto corrente sul quale il canicattinese avrebbe fatto il bonifico di 3.600 euro era intestato ad un uomo estraneo all’agenzia di viaggi. Tanto la donna quanto l’intestatario del conto corrente sono stati dunque denunciati, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. L’ipotesi di reato avanzata è, naturalmente, quella di truffa. Non è il primo caso, e verosimilmente non sarà neanche l’ultimo, denunciato ai poliziotti di Canicattì. Nel recente passato ci sono stati giovani che non sono riusciti mai a fare il viaggio di nozze o altri canicattinesi che appunto, nonostante le prenotazioni e i pagamenti di acconti o in saldo, hanno visto sfumare la possibilità di quella trasferta tanto sognata e desiderata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paga 3.600 euro per la crociera sul Nilo che viene rinviata e annullata: è stato truffato, due denunce

AgrigentoNotizie è in caricamento