rotate-mobile
Il punto

Il Covid allenta la morsa? Zappia: “Abbiamo superato il picco e ora ci troviamo in una fase di stabilità”

La situazione particolarmente difficile della scorsa settimana è ormai alle spalle e si spera che agosto possa essere un mese decisamente più gestibile. L’incidenza della positività nei tamponi processati scende sotto il 40 per cento

Soglia di attenzione sempre alta ma, al contempo, un sospiro di sollievo da parte del commissario straordinario dell’Asp, Mario Zappia, che con il suo punto settimanale delinea una situazione di stabilità, ormai lontana dal picco di contagi visto nei 15 giorni precedenti.

“Se vi ricordate - ha detto Zappia - avevamo detto, circa un mese fa, che alla fine di luglio avremmo raggiunto il cosiddetto ‘plateau’ (una fase in cui i numeri non crescono più) e questo dimostra che chi si occupa di questi studi statistici applicati all’epidemiologia conosce bene il proprio mestiere.

I numeri, pur rimanendo importanti, non ci mettono più in allarme: quotidianamente l’andamento è sotto i mille contagi giornalieri su scala provinciale. Anche il reparto di terapia intensiva a Ribera sta respirando con 4 posti attualmente occupati, mentre nelle settimane scorse avevamo il tutto esaurito. Abbiamo anche avuto delle difficoltà a causa di 4 anestesisti che sono stati contagiati: una mancanza di personale che ci ha costretti a dare priorità ai casi più urgenti”.

Buone notizie, sempre comunicate da Zappia, sul fronte tamponi: se prima l’incidenza della positività superava il 50 per cento dei test, oggi la soglia è scesa sotto il 40 per cento. Risposte confortanti anche sul fronte vaccini con 2.280 quarte dosi somministrate nell’ultima settimana: “Agrigento - ha detto Zappia - ha risposto molto bene su questo fronte”.

Il commissario, cambiando argomento, ha poi fatto presente che, grazie all’impegno dei veterinari , seppur in numero rimaneggiato, Agrigento è la prima provincia in Sicilia ad avere completamente sconfitto la brucellosi. Un ultimo pensiero, poi, alla famiglia colpita dalla perdita del bambino di soli 6 mesi e mezzo che, nonostante l’immenso dolore, ha voluto ringraziare il personale ospedaliero per le cure prestate al piccolo.

“Un gesto di grande sensibilità - ha detto Zappia - in un momento di sconforto inimmaginabile per queste persone alle quali va tutta la nostra vicinanza e il nostro sentito ringraziamento per la sensibilità mostrata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid allenta la morsa? Zappia: “Abbiamo superato il picco e ora ci troviamo in una fase di stabilità”

AgrigentoNotizie è in caricamento