rotate-mobile
"San Giovanni di Dio"

"Osteosintesi con chiodo supernail lungo", il tribunale condanna l'Asp: pagati oltre 76 mila euro  

Contro la sentenza di primo grado non è stato proposto appello perché il pronunciamento del giudice ha ritenuto "appropriata la scelta chirurgica prescelta ed adottata dai sanitari e corretta l'esecuzione dell'intervento"

L'azienda sanitaria provinciale di Agrigento, dopo la condanna del tribunale, ha avviato l'iter di pagamento di complessivi 76.504 euro ad un agrigentino che l'aveva trascinata dinanzi ai giudici per le ritenute errate cure praticate dai sanitari dell'unità operativa di Ortopedia dell'ospedale "San Giovanni di Dio". Era febbraio del 2013 quando l'uomo ha citato l'Asp per ottenere la dichiarazione "di responsabilità oggettiva da colpa professionale per la negligente condotta dei sanitari", con richiesta di risarcimento danni di 211.895 euro quale conseguenza "dell'errato trattamento chirurgico di osteosintesi con chiodo supernail lungo". 

L'Asp si è costituita in giudizio per chiedere il rigetto delle pretese risarcitorie. Nell'ottobre del 2020 è arrivata la sentenza di primo grado che ha parzialmente accolto le richieste dell'ex paziente del "San Giovanni di Dio", condannando l'azienda sanitaria provinciale al pagamento di 76.491 euro per risarcimento di danni, oltre ad interessi legali, e a 4.568 euro per spese legali. Contro questa sentenza non è stato proposto nessun appello. La sentenza ha del resto ritenuto "appropriata la scelta chirurgica prescelta ed adottata dai sanitari e corretta l'esecuzione dell'intervento". E' stato così dato il via libera al pagamento di complessivi 76.504 euro, di cui 13,16 euro di interessi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Osteosintesi con chiodo supernail lungo", il tribunale condanna l'Asp: pagati oltre 76 mila euro  

AgrigentoNotizie è in caricamento