rotate-mobile
Giovedì, 30 Novembre 2023
Sanità e sicurezza

Aggressioni al personale sanitario negli ospedali, in arrivo la vigilanza armata: ecco dove

Un servizio necessario soprattutto perché, sempre più spesso, chi accompagna i pazienti pretende di entrare in aree vietate con momenti di tensione difficili da gestire

Troppe aggressioni e momenti di tensione sempre più frequenti e difficili da gestire negli ospedali e in pronto soccorso. Per questo nei nosocomi di Sciacca, Canicattì e Licata arriverà a giorni la vigilanza armata.

L’ultimo caso emblematico è quello accaduto all’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata dove alcuni medici sono stati aggrediti verbalmente e minacciati per avere chiesto ad alcuni parenti di un degente di indossare la mascherina, ancora obbligatoria nelle strutture sanitarie. 

Primario e medici aggrediti per avere chiesto di indossare la mascherina: intervengono i carabinieri

Sul caso è intervenuto il direttore del pronto soccorso dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca Ignazio Galizia: “In assenza del servizio di vigilanza - ha dichiarato - è più facile accedere nelle zone interne del pronto soccorso dove i parenti o gli accompagnatori dei pazienti non possono entrare e dove soprattutto non si può stare a diretto contatto con il personale sanitario. Eppure ci ritroviamo soggetti non autorizzati a stare nelle sale interne che spesso si rendono protagonisti di episodi spiacevoli. Tutto ciò diventa ancora più difficile da gestire quando gli spazi a disposizione sono più ristretti”.

L’Asp ha comunque assicurato che il servizio di vigilanza sarà garantito per andare incontro alle specifiche richieste del personale sanitario che non si ritiene al sicuro in determinate situazioni. Ma non è solo una questione di sicurezza: la presenza non autorizzata di soggetti esterni può favorire infezioni come il caso di un contagio da Covid-19 avvenuto a causa di un contatto ravvicinato tra un paziente ed un accompagnatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni al personale sanitario negli ospedali, in arrivo la vigilanza armata: ecco dove

AgrigentoNotizie è in caricamento