Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Sciacca

Minaccia medici del Pronto soccorso e prende a pugni una porta: denunciato riberese

L'uomo si è poi allontanato ma è stato individuato dagli agenti: l'accusa è interruzione di un ufficio o servizio di pubblica necessità

Avrebbe preso a calci e pugni la porta d'ingresso di una delle stanze del Pronto soccorso dell'ospedale di Sciacca pretendendo a suo parere maggiori cure per un proprio congiunto, denunciato un riberese.

Lunga attesa al Pronto soccorso? Aggredito infermiere

I fatti si sono consumati lo scorso 5 marzo. Gli uomini del 112 sono intervenuti presso il "Giovanni Paolo II" allertati da una segnalazione. Stando al racconto dei sanitari, l'uomo - poi individuato e denunciato - avrebbe dato in escandescenze chiedendo appunto maggior assistenza per un proprio congiunto, iniziando a dare pugni e calci contro la porta e lanciando minacce e insulti nei confronti dei medici che, preoccupati che dalle parole si potesse passare ai "fatti" hanno chiuso la porta a chiave in attesa dell'intervento delle forze dell'ordine.

Scoppia il tafferuglio al Pronto soccorso: 4 feriti

L'uomo, G.A., si è poi allontanato ma è stato individuato dagli agenti, che lo hanno denunciato per interruzione di un ufficio o servizio di pubblica necessità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia medici del Pronto soccorso e prende a pugni una porta: denunciato riberese

AgrigentoNotizie è in caricamento