Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Licata

Punti di sutura al dito e deficit della flessione della falange, chiesti 50 mila euro di risarcimento

Il paziente ha citato, dinanzi al tribunale, i medici affinché venga "accertata e dichiarata la responsabilità per condotta negligente, imperita e imprudente"

Resta ferito al quinto dito della mano sinistra e si reca al pronto soccorso dell’ospedale di Licata per essere medicato. Quella ferita viene suturata, ma gli resta – stando a quanto ha denunciato – un deficit della flessione della falange. Il cittadino ha chiesto al tribunale di Agrigento, previa nomina di un consulente tecnico d’ufficio ed esperimento del tentativo di componimento della lite “di accertare e dichiarare i profili di responsabilità dei medici del presidio ospedaliero di Licata e la relativa condotta negligente, imperita e imprudente, nonché di procedere – è stato scritto negli atti dell’azienda sanitaria provinciale – alla quantificazione dei danni già predeterminati in complessivi 50 mila euro”.

L’udienza è stata fissata al 9 dicembre. L’Asp ha già deciso di costituirsi in giudizio e di affidare l’incarico professionale ad un avvocato esterno. “Dall’esame della documentazione sanitaria e dalle relazioni pervenute dal responsabile dell’unità operativa di Ortopedia e Traumatologia del presidio ospedaliero di Licata – scrive l’Asp – non sono emersi profili di responsabilità a carico dei sanitari che hanno prestato le relative cure al paziente”. L’interesse dell’Asp è dunque quello di costituirsi in giudizio, davanti al tribunale di Agrigento, per sostenere l’operato dei medici e per ottenere il rigetto dell’istanza avanzata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punti di sutura al dito e deficit della flessione della falange, chiesti 50 mila euro di risarcimento

AgrigentoNotizie è in caricamento