Ospedale, i carabinieri portano le uova di Pasqua ai degenti del reparto di pediatria

Sorrisi e auguri ai piccoli pazienti, a fare gli onori di casa è stato il primario Giuseppe Gramaglia

La consegna delle uova al reparto

Momenti di gioia ed allegria questa mattina per i piccoli degenti del reparto di pediatria dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento grazie alla presenza in corsia dei carabinieri del comando provinciale. In occasione della ricorrenza pasquale i militari, guidati dal capitano Luigi Garrì, hanno voluto far sentire la loro vicinanza ai bambini, costretti a trascorrere in ospedale i giorni della settimana santa, ma anche alle loro famiglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come da tradizione non sono naturalmente mancate le uova di cioccolato distribuite ai piccoli tra sorrisi e auguri di pronta guarigione. A far gli onori di casa per l'Azienda sanitaria provinciale di Agrigento sono stati il primario del reparto, Giuseppe Gramaglia, i direttori sanitario ed amministrativo di presidio,  Antonello Seminerio e Salvatore Iacolino, ed i volontari dell'AVULSS. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento