Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ordinazione vescovile, Alessandro Damiano si presenta: "Imparerò a conoscere la città, mi abbandono al progetto di Dio"

Il cardinale Montenegro: "Sono contento perché c'è la certezza di un cammino che continua e questo dovrebbe dare speranza. Per un tratto faremo la strada insieme, poi quando a me toccherà andar via per motivi di età, lui potrà continuare senza singhiozzi"  

 

L’Arcidiocesi di Agrigento è in festa per l’ordinazione episcopale di monsignor Alessandro Damiano, neo vescovo coadiutore.
Don Alessandro è giunto in città in mattinata dove in Seminario ha incontrato i giornalisti e s'è, di fatto, presentato alla città.

Ordinazione vescovile di Alessandro Damiano, via libera solo per 1100 fedeli
Ordinazione vescovile di Alessandro Damiano, via libera solo per 1100 fedeli

Il neo vescovo coadiutore, ai microfoni di AgrigentoNotizie, ha ammesso di non conoscere la realtà agrigentina e lo ha fatto con ironia. “Di Agrigento – ha detto don Alessandro – so che c’eravate dai Templi. Non conosco Agrigento, mi ero fermato alla Valle dei Templi, al viale dietro la chiesa di San Calogero. In questi mesi ho sentito un po' di presbiteri, il cardinale Montenegro, ho letto qualcosa. Imparerò a conoscerla". 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/ordinazione-alessandro-damiano-vescovo-piano-sicurezza-fedeli.html

Alla conferenza di presentazione del neo vescovo coadiutore di Agrigento, erano presenti, fra gli altri, anche l’arcivescovo: il cardinale Francesco Montenegro e il vescovo di Trapani, Pietro Fragnelli. "Sono contento perché c'è la certezza di un cammino che continua e questo dovrebbe dare speranza - ha detto don Franco - . Per un tratto faremo la strada insieme, poi quando a me toccherà andar via per motivi di età, lui potrà continuare senza singhiozzi".  

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento