rotate-mobile
Cronaca San Leone / Via Afrodite

Abusivismo, il giudice dell'esecuzione ordina demolizione immediata "Principessa Zaira"

Le due costruzioni erano inserite nella lista delle prime otto demolizioni disposte dal Comune di Agrigento dopo le sollecitazioni della Procura della Repubblica. I proprietari, però, avevano chiesto udienza al giudice per l'esecuzione

Con un provvedimento del giudice dell’esecuzione del Tribunale di Agrigento, Francesco Gallegra, è stata ordinata l’immediata demolizione dei due fabbricati adibiti a cucina di ristorante e realizzati abusivamente all’interno del piccolo anfiteatro meglio conosciuto come “Principessa Zaira”, in via Afrodite, all’ingresso di San Leone.

ABUSIVISMO, LA "NUOVA" LISTA DEGLI IMMOBILI DA DEMOLIRE

Le due costruzioni erano inserite nella lista delle prime otto demolizioni disposte dal Comune di Agrigento dopo le sollecitazioni della Procura della Repubblica.

I proprietari, però, avevano chiesto udienza al giudice per l’esecuzione al fine di chiedere la sospensione del provvedimento di demolizione (motivo per il quale si erano temporaneamente fermate le ruspe).

Pare tuttavia, come trapelato a fine della scorsa settimana, che alla demolizione provvederà lo stesso proprietario, Giovanni Scibetta, che attraverso il suo legale di fiducia, avvocato Riccardo Rosso, aveva presentato istanza di sospensione del provvedimento di demolizione, ma ha fatto sapere che - nonostante la decisione del giudice - provvederà in autonomia.

Dunque ore contate per le due realizzazioni abusive e fine di una polemica insensata sollevata dall’ex ambientalista Giuseppe Arnone, da tempo all’attacco della Procura, e ripresa da pochi media.

Arnone sostenuva che “comunicati della Procura” avevano dato per abbattuti i manufatti abusivi, circostanza non vera.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo, il giudice dell'esecuzione ordina demolizione immediata "Principessa Zaira"

AgrigentoNotizie è in caricamento