Licata, nuova ordinanza per il conferimento dei rifiuti a bordo delle navi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La Guardia costiera di Licata ha emanato un'ordinanza relativa al conferimento dei rifiuti a bordo delle navi che fanno scalo al porto.

"È fatto obbligo - si legge nell'ordinanza - a tutte le navi che scalano al porto di Licata o nei porti del circondario, di conferire i rifiuti prodotti a bordo prima della partenza all'impianto di gestione, ovvero alla ditta autorizzata, debitamente iscritta nei registri tenuti dalla Capitaneria di porto di Porto Empedocle, a seconda della tipologia di rifiuto che si intende conferire".

"Le navi, durante la sosta, - prosegue l'ordinanza - non possono accumulare rifiuti in quantità superiore alla capacità di stoccaggio per le varie tipologie degli stessi. In ogni caso, le navi con arrivo con più di 24 ore di navigazione o che sostano per un periodo superiore alle 24 ore, devono comunque conferire rifiuti di origine alimentare di qualsiasi provenienza alla ditta con periodicità giornaliera".

"Per le navi non in servizio di linea che intedono essere autorizzate a mantenere a bordo i rifiuti prodotti - si legge ancora - i comandanti dovranno avanzare, inderogabilmente all'arrivo della nave al porto, istanze in bollo indicando la quantità e la tipologia dei rifiuti di cui si chiede il mantenimento, nonché il porto di discarica dei medesimi". 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento