Bosco di Fondacazzo chiuso per rischio crollo: firmata ordinanza

A lanciare l'allarme era stato l'Ispettorato foreste, poi il sopralluogo della Protezione civile ha confermato i pericoli

L'area interdetta

Chiuso il bosco di Fondacazzo per un rischio crolli.

L’allarme a fine luglio erano stati l’Ispettorato Foreste e il Dipartimento regionale dello sviluppo rurale, che aveva appunto rilevato delle criticità “dovute al distacco di massi dai costoni calcarenitici dell’area boscata” e chiesto al Comune di emettere apposita ordinanza di divieto di transito veicolare e pedonale.

Una situazione molto grave riscontrata l’otto agosto scorso, quando la Protezione civile comunale si è recata sui luoghi accertando la presenza di un pericolo e disponendo, quindi, una chiusura a persone e mezzi l’accesso all’area boschiva di Fondacazzo. Il Comune, dal canto suo, ha inoltre onerato il Dipartimento di provvedere al posizionamento di “idonee barriere di accesso e cartellonistica monitoria a garanzia della pubblica incolumità”, chiedendo all’Ispettorato foreste di trovare addirittura una soluzione alternativa per accedere all’area boschiva in caso di incendio.

Insomma, l’attenzione è massima per una situazione che apparirebbe, solo dalle cautele usate, abbastanza complessa. Limitata l’area, infatti, ci sarebbero poi da fare le valutazioni relative alla risoluzione del problema al fine di frenare il fronte franoso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento