rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Il ritrovamento / Valle dei Templi

Due ordigni bellici della seconda guerra mondiale ritrovati a pochi passi dal tempio di Giunone: area transennata

Il responsabile della ditta di vivai oltre a dare comunicazione alla direzione del Parco archeologico e paesaggistico, si è recato alla stazione dei carabinieri dove ha raccontato, ai militari dell’Arma, la scoperta poco prima fatta

Due ordigni bellici, risalenti verosimilmente alla seconda guerra mondiale, sono stati ritrovati all’interno del Parco archeologico Valle dei Templi di Agrigento. I due ordigni erano e sono a circa 150 metri di distanza dal tempio di Giunone. A fare la scoperta, non riuscendo a credere ai loro occhi, sono stati gli operai di una ditta di vivai che si stava occupando dei lavori di manutenzione dei terreni e del verde pubblico della Valle.

Subito, il responsabile della ditta di vivai di Aragona oltre a dare comunicazione alla direzione del Parco archeologico e paesaggistico Valle dei Templi, si è recato alla stazione dei carabinieri dove ha raccontato, ai militari dell’Arma, la scoperta poco prima fatta. I carabinieri si sono subito precipitati sul posto, ossia a pochi passi dal tempio di Giunone, si sono occupati della delimitazione dell’area per segnalarne l’eventuale rischio o pericolo e per impedirne l’accesso ad agrigentini e turisti. Sono stati anche, inevitabilmente, avvisati gli artificieri che si dovranno occupare della rimozione, in tutta sicurezza, dei due ordigni bellici che verranno – come sempre avviene in casi del genere – fatti brillare da qualche parte, al riparo da sguardi indiscreti e, di fatto, in piena sicurezza. I militari dell’Arma della stazione di Agrigento, in queste ore, si sono naturalmente occupati della vigilanza dell’area che oltre ad essere stata delimitata viene, appunto, guardata a vista. L’area della Valle dei Templi è, del resto, molto trafficata da turisti ed agrigentini, e non soltanto in occasione del week end. Occorreva, dunque, in attesa dell’arrivo del nucleo specializzato degli artificieri, occuparsi anche del presidio per garantire appunto sicurezza. Non è la prima volta, né forse sarà l’ultima che vengono fatte scoperte di questo genere nella Valle. In ordine di tempo, a settembre del 2020, venne rinvenuto un residuo bellico della seconda guerra mondiale sotto un albero di ulivo, a ridosso del Parco archeologico. Si trattò allora di una bomba, un colpo di artiglieria. Anche allora venne transennata, ad opera dei carabinieri, l’area e arrivano, da Palermo, il Genio guastatori dell’Esercito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due ordigni bellici della seconda guerra mondiale ritrovati a pochi passi dal tempio di Giunone: area transennata

AgrigentoNotizie è in caricamento