rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Il provvedimento

Il "tesoro" di Marco Campione: prorogato di 6 mesi il sequestro all'ex patron di Girgenti Acque

La decisione è del tribunale di Palermo davanti al quale è in corso il procedimento di prevenzione per discutere sulla confisca dei beni stimati in oltre 20 milioni di euro

Prorogato per altri sei mesi il sequestro dei beni dell'ex patron di Girgenti Acque, Marco Campione. Lo hanno deciso i giudici della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo davanti al quale è in corso il procedimento per discutere sulla confisca ovvero la definitiva acquisizione da parte dello Stato.

Il provvedimento è stato emesso a margine dell'ultima udienza nella quale è stato sentito il perito che ha risposto alle domande dei giudici, del procuratore di Agrigento, Salvatore Vella, e del pool di legali dell'imprenditore.

Dossier. La rete idrica ostaggio della burocrazia, decine di milioni di euro in fumo

Il sequestro è stato eseguito dalla Dia nel novembre del 2022 e ha interessato 2 società e la partecipazione in altre 6 società tra le quali proprio Girgenti Acque (oggi fallita); 9 beni immobili; 26 beni mobili e 38 rapporti finanziari.

Il quadro indiziario avrebbe provato la pericolosità sociale come presupposto del sequestro.  

Operazione "Waterloo", Campione e altri 15 imputati rischiano il nuovo rinvio a giudizio

Campione è stato rinviato a giudizio nell'ambito dell'operazione "Waterloo" che ipotizza l'esistenza di una vasta rete di protezione istituzionale e politica messa in piedi dall'imprenditore in grado - sostiene l'accusa - di comprare chiunque con i posti di lavoro del colosso che gestiva il servizio idrico. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "tesoro" di Marco Campione: prorogato di 6 mesi il sequestro all'ex patron di Girgenti Acque

AgrigentoNotizie è in caricamento