menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Operazione free diesel", maxi truffa: agrigentini tra i 636 denunciati

Accertati quasi 5 milioni di euro di frode alle accise e oltre 2 milioni di euro di Iva: al termine delle indagini sono state denunciate 636 persone residenti tra le province di Enna, Agrigento, Catania e Ragusa, che si sono avvalse del sistema illecito. I litri di gasolio consumato in frode sono circa 14 milioni

Accertati quasi 5 milioni di euro di frode alle accise e oltre 2 milioni di euro di Iva: al termine delle indagini sono state denunciate 636 persone residenti tra le province di Enna, Agrigento, Catania e Ragusa, che si sono avvalse di questo sistema illecito. I litri di gasolio consumato in frode sono circa 14 milioni.

E' quanto accertato dal nucleo di polizia tributaria di Caltanissetta, al termine di un complessa attività ispettiva nei confronti di un imprenditore nisseno che gestisce un importante deposito commerciale di carburante. 

In particolare, l'attenzione dei finanzieri della sezione tutela economia si e concentrata nella verifica degli obblighi di legge previsti per il commercio del gasolio agricolo, riuscendo così a ricostruire un sistema di frode finalizzato alla illecita destinazione del prodotto petrolifero, il quale proprio perchè soggetto ad accise agevolata veniva destinato ad usi diversi da quelli consentiti.

L'imprenditore, infatti, anche con la collaborazione dei suoi dipendenti, riforniva di gasolio agricolo privati cittadini, aziende agricole e non, i quali non avevano titolo per tale acquisto o perchè lo stesso era superiore all'assegnazione annua o perchèdestinato ad usi non agricoli. 

Attraverso le investigazioni eseguite, le fiamme gialle hanno smascherato l'illecito modus operandi posto in essere che negli anni aveva consentito di realizzare ingenti profitti illeciti con esenzioni ed agevolazioni d'imposta pari a circa 7 milioni di euro con conseguente inquinamento dell'economia locale e del mercato concorrenziale, tenuto conto che tale prodotto, non avendo scontato Iva ed accise ordinaria, veniva collocato ad un prezzo nettamente più favorevole rispetto a quello per normale uso autotrazione. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento