rotate-mobile
Tribunale / Porto Empedocle

La maxi inchiesta antidroga "Fish and drug": no dal riesame all'arresto di un'intera famiglia

I giudici rigettano l'appello della procura e confermano l'ordinanza del gip che aveva respinto la richiesta di custodia in carcere per una coppia di coniugi e i due figli

No dal tribunale del riesame all'arresto di un'intera famiglia nell'ambito dell'operazione "Fish and drug", che ha sgominato un vasto giro di droga nella provincia agrigentina ipotizzando anche un canale di spaccio fra nazioni attraverso i velieri.

I giudici hanno rigettato l'appello del pubblico ministero Sara Varazi che chiedeva di annullare l'ordinanza del gip Francesco Provenzano disponendo, quindi, la custodia in carcere per Giacomino Gazzitano, 55 anni, di Porto Empedocle; la moglie Rosa Puccio, 52 anni, e i figli Lorenzo e Giovanna, 25 e 27 anni. 

"Due velieri buttavano 'fumo' a mare ... dice che lo hanno preso pure i saccensi e i mazaresi": le intercettazioni che diedero l'input all'inchiesta

Il difensore, l'avvocato Davide Casà, ha replicato al pm sostenendo che non vi fosse alcun indizio del loro coinvolgimento nel giro di droga e che, in ogni caso, essendo trascorsi 3 anni dai fatti non vi fosse alcuna esigenza cautelare. 

Sono 48, in tutto, gli indagati e 17 le persone raggiunte da misure cautelari. L'inchiesta, in questi giorni, sta passando al vaglio del tribunale del riesame per discutere le richieste di annullamento dei provvedimenti restrittivi della difesa e l'appello della procura che ha chiesto di disporre 24 misure cautelari rigettate dal gip.

L'inchiesta antidroga "Fish&Drug", le intercettazioni: "Cento chili di fumo ci sono scomparsi!”

Uno degli episodi da cui ha origine l'inchiesta coinvolge proprio Giacomino Gazzitano e la figlia Giovanna: quest'ultima, nel 2019, era stata arrestata dopo essere stata trovata in possesso di 1,5 chili di hashish e il padre era stato denunciato, in precedenza, per il possesso di un quantitativo minore di droga. La polizia li intercetta, scopre i loro contatti e mette in collegamento una serie di episodi di spaccio all'apparenza slegati ma, invece, sostiene l'accusa, rientranti nello stesso giro. 

Quell'hashish buttato a mare e recuperato grazie alla pesca a strascico: ecco com'è nata l'inchiesta "Fish & Drug"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maxi inchiesta antidroga "Fish and drug": no dal riesame all'arresto di un'intera famiglia

AgrigentoNotizie è in caricamento