rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Operazione "Fish & Drug" / Favara

L'inchiesta sul giro di spaccio con i velieri, il riesame dispone altre due misure cautelari

I giudici accolgono in parte l'appello della procura e applicano l'obbligo di firma ai favaresi Camillo Attardo e Giovanni Pirrera. Confermato il "no" ai domiciliari per Angela Volpe, 52 anni, di Realmonte

Altre due misure cautelari nell'ambito dell'operazione "Fish and drug", che ha sgominato un vasto giro di droga nella provincia agrigentina accertando anche un canale di spaccio fra nazioni attraverso i velieri. 

Il tribunale del riesame, chiamato anche a pronunciarsi sulle posizioni di 24 indagati nei cui confronti il gip ha rigettato la richiesta di arresto o altra misura, ha accolto in parte l'appello del pm Sara Varazi e ha disposto l'obbligo di firma nei confronti dei favaresi Camillo Attardo, 50 anni e Giovanni Pirrera, 51 anni.

La procura chiedeva il carcere, i giudici hanno disposto il semplice obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e la misura, peraltro, non sarà operativa se i difensori - gli avvocati Giuseppe Barba e Salvatore Virgone - impugneranno il provvedimento in Cassazione. 

Al tempo stesso il riesame ha rigettato, accogliendo le tesi difensive dell'avvocato Rosario Fiore, la richiesta dello stesso pm di disporre gli arresti domiciliari nei confronti di Angela Volpe, 52 anni, di Realmonte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta sul giro di spaccio con i velieri, il riesame dispone altre due misure cautelari

AgrigentoNotizie è in caricamento