Operazione "Caronte", chiesto l'incidente probatorio con un nuovo teste

Due gli agrigentini coinvolti nella vicenda portata alla luce dalla Procura di Marsala: avrebbero avuto un ruolo di supporto logistico nei confronti degli scafisti

foto d'archivio

La Procura della Repubblica di Marsala non chiude l’indagine "Caronte" su presunti sbarchi clandestini, che vede indagati anche agrigentini, e chiede al Gip l’incidente probatorio per sentire un tunisino, arrestato successivamente, che farebbe dichiarazioni anche sui fatti che riguardano l’indagine svolta dai carabinieri della compagnia di Sciacca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo riporta il Giornale di Sicilia in edicola oggi. L’ultima proroga d’indagine scadrà il 28 febbraio. La porzione agrigentina delle indagini coinvolge Salvatore Calcara, di 46 anni, di Sambuca di Sicilia. Indagato anche Marco Bucalo, di 31 anni, di Menfi. Gli agrigentini secondo l’ipotesi avanzata dalla Procura avrebbero offerto un supporto logistico ai tunisini impegnati nel sistema di trasporto di immigrati attraverso l'uso di potenti motoscafi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: calano i contagi, ma ci sono Comuni dove si registra un'impennata

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

  • Coronavirus: boom di contagi in città (+7), Licata (+7) e Canicattì (+10), positivi alunni, docente e operatore: scuole chiuse

  • Coronavirus, la curva dei contagi continua a salire: morta 93enne, due vittime in poche ore

  • Coronavirus, sono 18 i nuovi casi positivi: il contagio non si arresta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento